Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha riconsegnato ai familiari superstiti le piastrine di riconoscimento di due militari catanesi dispersi in Russia durante la Seconda Guerra Mondiale. I documenti metallici identificativi erano stati recentemente rinvenuti Russia e fatti rientrare in Italia da Miciurinsk, grazie all’associazione nazionale degli Alpini italiani.
Alla cerimonia di consegna hanno partecipato le autorità militari cittadine che nel ricordo di chi ha sacrificato la propria giovane vita alla Patria hanno celebrato insieme al sindaco i caduti di tutte le guerre.
La prassi militare vuole che gli oggetti di riconoscimento vengano inseriti nel carteggio personale dei militari dispersi e custoditi dal Distretto Militare di Catania, oggi Centro Documentale dell’Esercito Italiano, ma in questo caso i familiari superstiti hanno chiesto, in deroga, di poter essere loro a conservare le piastrine metalliche rientrate dalla Russia affidando la consegna pubblica al sindaco Stancanelli.
FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppGoogle GmailOutlook.comYahoo MailTumblrCondividi